venerdì 30 novembre 2018

Succedeva nel mese di...

Dicembre
Raccolta di notizie e curiosità su Tivoli

a cura di Saluti da Tivoli



"V
illa d'Este   è uno degli esempi più notevoli della cultura rinascimentale al suo apogeo.
I giardini di Villa d'Este hanno avuto una profonda influenza sullo sviluppo del design del giardino in tutta Europa.
I principi del design e dell'estetica rinascimentale sono illustrati in modo eccezionale dai giardini di Villa d'Este.
I giardini di Villa d'Este sono tra i più antichi e belli dei giardini delle meraviglie e simboleggiano la fioritura della cultura rinascimentale." 

Nel dicembre del 2001, con questi criteri, Villa d'Este a Tivoli veniva iscritta nel Patrimonio Mondiale dell'Unesco (11-16 dicembre 2001 - Helsini, Finlandia)



6 dicembre 2010 | Inaugurazione del nuovo edificio sede del Tribunale di Tivoli. Piccola curiosità : la benedizione fu fatta da S.E. Monsignro Gino Reali Vescovo della Diocesi di Porto Santa Rufina;

8 dicembre 1959 | Inaugurazione della statua dell'Immacolata al termine di Viale Arnaldi. La statua ha sostituito l'edicola della Madonna del Serpente che era stata costruita dai cittadini con la preghiera di allontanare da Tivoli la peste del 1656;

8 dicembre 1993 | Si ha notizia del recupero in Svizzera la Triade Capitolina che era stata trafugata in una zona archeologica compresa tra Tivoli e Guidonia;

11 dicembre 1803 | Renè de Chateaubriand visita il Santuario di Quintiliolo. 
Lo stesso scrittore francese descrive quella giornata dicendo che, poco dopo le tre del pomeriggio di quell'11 dicembre 1803, nell'attraversare gli oliveti, si trovò nei pressi di una cappella con bianche muraglie, e, siccome era domenica, trovò la porta aperta, entrando, vi troò un uomo solo, all'apparenza molto povero, prostrato vicino ad un banco. Ispirato da quella scena gli venne spontanea una preghiera, come ricorda una lapide all'interno del Santuario




14 dicembre 1930 | Inaugurazione del Monumento ai Caduti





22 dicembre 2015 | Inaugurazione del Museo Civico della Città di Tivoli con l'esposizione della Deposizione Lignea della Cattedrale che la Diocesi di Tivoli concesse di poter esporre per un intero anno in concomitanza con le celebrazioni del Giubileo Santo della Misericordia



23 dicembre 1996 | Riaperta al pubblico completamente restuarata, la cappella del SS. Salvatore nella cattedrale di San Lorenzo. I visitatori e i fedeli poterono ammirare nella loro bellezza gli affreschi risalenti alla metà del '400 con episodi della vita di Cristo;

31 dicembre 1995 | Si ha notizia che alcuni ragazzi che nottetempo si erano introdotti nel cimitero sottraendo alcune tavole della via crucis vengono condannati a ripulire le tombe... Ecco come andarono i fatti : intorno all'alba, una pattuglia di carabinieri individuò un gruppo di persone intente a scavalcare la recinzione del cimitero. I militari, estratte le armi, intimarono il "mani in alto!" , il gruppo non accennò alcuna reazione : dai controlli si accertò che erano ragazzi di Guidonia-Montecelio che per una bravata si erano introdotti all'interno del camposanto. In particolare, uno del gruppo non aveva resistito a portarsi via per souvenir le tavole della via crucis. Il PM chiese una condanna consistente in una multa accompagnata da una "punizione" a 9 mesi di ripulitura straordinaria del cimitero : il giudice ridusse tale pena a 4 mesi. (fonte : La Repubblica)

sabato 24 novembre 2018

Personaggi della storia di Tivoli | Padre Silvestro Monteduro

Il 16 febbraio 1992 un incendio di natura dolosa devastò il Santuario di Quintiliolo : furono danneggiate alcune opere, le mura e il tetto. Nonostante il grosso clamore suscitato dall'indignazione dell'atto sacrilego e l'iniziale volontà da parte di cittadini ed istituzioni di riparare al più presto la chiesa, nel 1994 si terminarono i fondi destinati al restauro, i frati cappuccini vennero trasferiti altrove e le porte del Santuario si chiusero al culto. 

Nonostante tutto, per la bella chiesa di Quintiliolo non era ancora giunto il momento dell'oblio : P. Silvestro Giuseppe Monteduro, già fondatore del Centro Francescano Terzo Mondo, venuto a sapere della "disponibilità" della chiesa e dell'annesso convento, ne chiese ed ottenne l'affidamento. 



Iscrizione in ricordo di Padre Silvestro Monteduro
rettore del santuario dal 1994 al 1998
(foto A. Terenzi)

Fu così che nell'ottobre del 1994 con un gruppo di studenti extracomunitari, prese in comodato d'uso il Santuario con l'impegno di mantenerlo e completare le opere di restauro : la notte di Natale di quello stesso anno, la chiesa di Quintiliolo riaprì le porte ai fedeli.

Negli anni che seguirono, sotto la guida di Padre Silvestro, il Santuario conobbe un periodo di rinascita : furono commissionati molti lavori di restauro e di ammodernamento (si ricordano tra le altre le opere di restauro delle pareti interne ad opera dei fratelli Marinucci, del restauro delle opere danneggiate dall'incendio del '94 a cura della Prof.ssa Benedetti, l'acquisto del nuovo organo).


Padre Silvestro Monteduro nato a Scorrano (Lecce) il 27 ottobre 1928, morì il 25 novembre 1998.


(fonte : A.Q., "Il frate che voleva trasformare in basilica una piccola chiesa di campagna" in "Notiziario Tiburtino" n. 1, Gennaio 2009)